IMPEL Logo

IMPEL projects

    Reset filters

    0 1998 1999 2000 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2020 2021 2022
    1999 2004 2005 2006 2007 2009 2010 2011 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018 2019 2021 2024
    Acqua e terra Strumenti e approcci trasversali Protezione della natura Rifiuti e TFS Industria e aria
    In corso Completato
  • Bonifica delle acque e dei terreni

    2021

    In corso

    La gestione dei siti contaminati è un processo che ha velocità diverse negli Stati membri. Ciò è dovuto in parte alle differenze legislative che comportano definizioni diverse, come ad esempio "siti potenzialmente contaminati", "siti contaminati", "siti bonificati". Per questo motivo, la Commissione europea e il CCR hanno lanciato un'iniziativa con la rete SEE-EIONET per trovare definizioni comuni e un'indagine negli Stati membri. definizioni comuni e un'indagine negli Stati membri nel 2018 (https://ec.europa.eu/jrc/en/publication/statuslocal-soil-contamination-europe-revision-indicator-progress-management-contaminated-sites) che ha portato alla definizione di 6 status di sito.

    [Read more]
  • Sfida di attuazione 2021

    2021

    Completato

    Negli ultimi anni l'IMPEL ha condotto alcune indagini simili che hanno fornito molte informazioni utili. La situazione, tuttavia, è cambiata radicalmente con la dichiarazione di emergenza climatica da parte di molti Paesi, l'enorme aumento della consapevolezza sulla plastica e il declino della biodiversità globale. La situazione è stata notevolmente aggravata dalla pandemia COVID-19 in corso, che ha fatto deragliare in modo significativo i programmi di regolamentazione e, in ultima analisi, inciderà sui bilanci del settore pubblico e sulle finanze di coloro che devono rispettare la legislazione ambientale. Questo lavoro è necessario per identificare e quantificare appieno queste sfide emergenti e cercare di evidenziare opportunità e soluzioni per sostenere la comunità normativa. Il lavoro informerà direttamente anche la creazione di un Piano strategico pluriennale per il 2022.

    [Read more]
  • Programma ombrello di emergenza climatica

    2021 - 2024

    Completato

    La dichiarazione di emergenza climatica (così come la crescente consapevolezza dell'impatto della plastica, del declino della biodiversità e ora dell'impatto di una pandemia globale e di una potenziale ripresa verde) stanno avendo un profondo impatto sulla politica, sulle modalità di regolamentazione e su coloro che regolano. Le pressioni per contribuire alla riduzione dei gas serra, alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica o al sostegno della ripresa verde sono in aumento, ma pochi regolatori dispongono degli strumenti corretti per iniziare ad affrontare questi problemi. Questo programma spera di affrontare questi problemi progettando strumenti e approcci che i regolatori possano utilizzare per affrontare queste sfide emergenti. Si propone di stabilire un programma di lavoro che copra il periodo 2021-2024.

    [Read more]
  • Mini conferenza IMPEL sulla garanzia di conformità

    2022

    Completato

    La conoscenza del successo dell'applicazione di molti strumenti di regolamentazione è spesso limitata all'interno della comunità normativa. La capacità di mostrare questi strumenti e approcci è necessaria per contribuire a rendere gli organismi di regolamentazione più efficaci ed efficienti e per garantire, in ultima analisi, elevati livelli di protezione ambientale.

    [Read more]
  • Il progetto TFS grande/piccolo

    2021

    Completato

    Nel corso di diversi anni e di molteplici progetti IMPEL, i promotori del progetto hanno individuato che diversi ispettori TFS hanno effettuato migliaia di ispezioni nel campo dei TFS. Tutte queste ispezioni si sono tradotte in una conoscenza approfondita della legislazione relativa alle ispezioni fisiche delle spedizioni transfrontaliere di rifiuti. Tuttavia, nonostante le numerose modifiche legislative e le revisioni della legislazione, manca ancora un collegamento tra i legislatori e gli ispettori sul campo quando si tratta di alcuni dettagli della legislazione. Questi "dettagli" potrebbero essere presenti in alcune intenzioni della legislazione, ma a causa della disconnessione dovuta alle lunghe linee di comunicazione e alle molte agenzie tra i legislatori a livello europeo e gli ispettori TFS e al livello in cui tali "dettagli" potrebbero non essere portati in alto nelle priorità di ogni nazione nei confronti della Commissione, poiché sono solo "dettagli".

    [Read more]
  • Lotta alle perforazioni e alle estrazioni illegali di acque sotterranee (TIGDA)

    2021

    In corso

    Le acque sotterranee sono e restano una risorsa preziosa per l'ambiente e per diverse attività umane. Le pressioni ambientali e antropiche su questa risorsa includono, tra l'altro, i cambiamenti climatici (siccità, inondazioni, ecc.), l'estrazione (eccessiva) e l'inquinamento (puntuale e diffuso). Il riutilizzo dell'acqua, il tamponamento e l'infiltrazione sono alcune delle misure possibili per diminuire il nostro fabbisogno di acqua dolce sotterranea e per ricostituirne lo stoccaggio. Ciononostante, la perforazione e l'estrazione delle acque sotterranee rimarranno necessarie per diversi scopi. La carenza di acque sotterranee non è più un problema esclusivo dei Paesi aridi o mediterranei. I recenti e prolungati periodi di siccità hanno ripetutamente chiarito che le scorte di acqua sotterranea devono essere gestite con attenzione (sia per l'estrazione che per il ravvenamento) in tutti gli Stati membri e i Paesi europei.

    [Read more]
  • BIOVAL - Calcolo del recupero degli ecosistemi

    2020 - 2021

    In corso

    Manca ancora la consapevolezza dell'impatto dei reati contro la fauna selvatica sugli ecosistemi e sulle specie protette. Il modo in cui calcolare questo danno per diventare uno strumento utile e affidabile durante l'azione penale e i processi è un argomento che deve essere ulteriormente esplorato. Esistono già alcuni buoni esempi. Ad esempio, in Finlandia il pubblico ministero è obbligato a lavorare con un "listino prezzi" che calcola i danni agli ecosistemi e alle specie protette. Si va dalle infrazioni più piccole ai reati contro la fauna selvatica, in cui sono coinvolte specie fortemente minacciate.

    [Read more]
  • Transetto marino transfrontaliero dell'Europa

    2020 - 2021

    In corso

    Per molti anni, diversi enti di ricerca hanno lavorato al monitoraggio dei cetacei utilizzando grandi navi e traghetti come piattaforma di osservazione. Le due principali reti europee sono la FLT MED NETwork, guidata da ISPRA, e la Rete Atlantica, guidata da ORCA (che pubblica annualmente lo "stato dei cetacei europei"). Le reti si stanno espandendo anche per i Paesi meridionali della regione mediterranea (come Tunisia e Marocco). È fortemente necessario che tutti i team leader dei diversi enti di ricerca si incontrino e rafforzino la collaborazione, le migliori pratiche e il miglioramento della ricerca comune e del protocollo di monitoraggio condiviso, nonché l'espansione della copertura di indagine.

    [Read more]
  • Collaborazione strategica di rete

    2020 - 2024

    In corso

    Gran parte del lavoro del cluster IMPEL Waste & TFS si concentra sulla conformità dei movimenti transfrontalieri di rifiuti. Poiché un grande volume di spedizioni di rifiuti è destinato a Paesi extraeuropei, è importante avere buoni contatti con le autorità di questi Paesi di destinazione. La maggior parte dei membri IMPEL ha contatti minimi con questi Paesi lontani. I danni ambientali, come l'abbandono di rifiuti elettronici in Africa e di plastica in Asia, sono purtroppo piuttosto comuni e vediamo un elevato numero di traffici illeciti strutturali. Il mercato è dinamico e a seguito dei recenti sviluppi politici, come il divieto di importazione in Cina, le autorità europee faticano a tenere il passo con la situazione concreta. In questi casi, la collaborazione internazionale è essenziale.

    [Read more]
  • Inversione di tendenza nell'inquinamento delle acque sotterranee

    2020 - 2021

    In corso

    4 della Direttiva Quadro sulle Acque (WFD) obbliga gli Stati membri, tra le altre cose, a proteggere, migliorare e ripristinare tutti i corpi idrici sotterranei con l'obiettivo di raggiungere un buono stato delle acque sotterranee entro dicembre 2015 e ad attuare le misure necessarie per invertire qualsiasi tendenza significativa e duratura all'aumento della concentrazione di inquinanti. In realtà, però, nel 2015 il 25% dei corpi idrici sotterranei dell'UE (ad esempio il 36% in Germania) era in cattivo stato chimico, soprattutto a causa dell'inquinamento da nitrati e pesticidi provenienti dall'agricoltura. Inoltre, secondo un rapporto dell'AEA del 2018, l'area totale dei corpi idrici sotterranei con una tendenza all'aumento dell'inquinamento è ancora quasi il doppio dell'area con un'inversione di tendenza (9,9% contro 5,9% dell'area).

    [Read more]

Subscribe to our newsletter