IMPEL Logo

BIOVAL - Calcolo del recupero degli ecosistemi

2020 - 2021

Ongoing

Descrizione e obiettivi del progetto

C'è ancora una mancanza di consapevolezza dell'impatto dei crimini contro la fauna selvatica sugli ecosistemi e sulle specie protette. Il modo di calcolare questo danno per diventare uno strumento utile e affidabile durante l'accusa e durante i processi è un argomento che deve essere ulteriormente esplorato. Ci sono già alcuni buoni esempi. Per esempio, in Finlandia il procuratore è obbligato a lavorare con un ‘listino prezzi’che calcola i danni agli ecosistemi e alle specie protette. Questo varia dalle infrazioni più piccole ai crimini contro la fauna selvatica, dove sono coinvolte pesanti specie in pericolo.

Durante diverse conferenze e workshop relativi al traffico di fauna selvatica e ai crimini contro la fauna selvatica viene sottolineata la necessità di rendere visibili i danni agli ecosistemi e alle specie protette durante le procedure giudiziarie. Questo è importante perché contribuisce alla sensibilizzazione di procuratori e giudici che spesso non sono specializzati. Un buon sistema oggettivo e comparabile per rendere visibile il danno aumenterà il sostegno all'uso di un ‘listino prezzi’ durante i procedimenti giudiziari e di accusa.

Sono diversi gli aspetti da considerare. Prima di tutto, l'aspetto ecologico della violazione. Il recupero è possibile o gli effetti del reato sono irreversibili? Qual è il tempo necessario per il recupero? È in gioco lo stato di conservazione? Pertanto, sono necessarie conoscenze biologiche e di funzionamento degli ecosistemi e delle specie protette. In secondo luogo, è necessario convalidare/calcolare il danno ecologico all'interno del sistema economico esistente. Qui abbiamo bisogno di pensatori creativi con conoscenze sul funzionamento dei nostri sistemi economici. In terzo luogo, abbiamo bisogno di conoscenza delle procedure legali, del diritto amministrativo e del diritto penale. Come è possibile implementare il calcolo del danno all'interno delle procedure di investigazione, dell'accusa e del tribunale? Le domande sono se usare la conoscenza del danno come parte della sentenza (diritto penale) o come necessità di costo per il ripristino del danno (diritto amministrativo o civile) o contemporaneamente.

Dobbiamo tenere a mente e pensare alle strategie di comunicazione in una fase successiva di questo progetto perché rendere il pubblico consapevole del danno alla natura, espresso in euro, contribuisce anche alla sensibilizzazione e, quindi, alla prevenzione dei reati contro la fauna selvatica.

Output/risultati:

  • Visualizzazione dei diversi approcci al calcolo dei danni agli ecosistemi e alle specie protette nell'ambito di procedimenti penali e giudiziari.
  • Raccomandazione di trovare un approccio/processo unificato per calcolare i danni agli ecosistemi e alle specie protette.
  • Sviluppare un approccio e un processo unificato per calcolare i danni agli ecosistemi e alle specie protette e l'uso durante i procedimenti penali e giudiziari.
  • Sviluppare gli strumenti necessari (per esempio, listino prezzi, database, ecc.) per calcolare i danni agli ecosistemi e alle specie protette.
  • Sessioni di formazione/istruzione sul processo e l'uso degli strumenti per calcolare i danni agli ecosistemi e alle specie protette.
  • Implementazione degli strumenti per il calcolo dei danni agli ecosistemi e alle specie protette e il loro utilizzo durante i processi e le cause giudiziarie.
.

File correlati/informazioni

  • Direttiva Uccelli, 2009/147/CE.
  • Direttiva Habitat, 92/43/CEE.

Number: 2021/12, 2020/21 – Status: Ongoing – Period: 2020 - 2021 – Topic: Protezione della natura - Tags:

We're using cookies

We use only essential cookies that are necessary for the use of the site.