IMPEL Logo

Diffusione sostenibile del territorio

2015

Completato

Descrizione e obiettivi del progetto

Il progetto (SWETE-Safeguarding the Water Environment Throughout Europe, fasi I-V) mira a costruire una comprensione comune dei nostri approcci normativi, a creare reti di esperti e a sviluppare risorse condivise per migliorare la resilienza tecnica, nell'ambito dell'ambiente idrico (e in particolare dell'attuazione della direttiva quadro sulle acque). La fase VII di SWETE e il progetto 2021 Sustainable Landspreading si concentrano sullo studio della capacità dei suoli di accettare i contaminanti provenienti dalle attività di spargimento del terreno.

Un'efficace gestione delle risorse idriche (sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo) si basa su una buona pianificazione preventiva e sulla realizzazione di interventi basati su dati, informazioni e giudizi professionali. È essenziale che la crescita economica in ogni Stato membro sostenga la protezione e l'utilizzo sostenibile delle risorse idriche.

L'attuazione della Direttiva quadro sulle acque dipende da una buona pratica normativa per produrre buoni piani di gestione dei bacini idrografici e per attuare i relativi programmi di misure in modo tempestivo ed efficace. Grandi vantaggi potrebbero essere ottenuti identificando e condividendo le buone pratiche normative disponibili in tutta l'UE, utilizzando sia i permessi convenzionali (‘hard’ regulation) che ‘soft’ le misure non normative separatamente o in combinazione.

La Direttiva quadro sulle acque impone agli Stati membri di gestire le risorse idriche a livello di bacino e di corpo idrico. Ciò potrebbe richiedere nuove idee e modalità di lavoro per soddisfare i requisiti della direttiva.

SWETE parte 1 – 3

I workshop iniziali del progetto stimoleranno il dibattito all'interno di una piccola coorte di membri IMPEL:

  • sull'attuale stato di avanzamento dei lavori,
  • individuando dove esistono esempi di buone o migliori pratiche (in particolare approcci al monitoraggio e all'autorizzazione allo scarico, obiettivi di qualità e limiti di autorizzazione derivati statisticamente, uso di statistiche nella valutazione della conformità, analisi del rischio e misurazione del ‘successo’
  • ).
  • discutere dove ci sono evidenti lacune e come procedere per colmarle.

I risultati dei workshop e del rapporto di progetto dovrebbero fornire la base per un programma di lavoro più ampio da sviluppare negli anni successivi nell'ambito dell'IMPEL; per sviluppare e promulgare in tutti gli Stati membri le competenze e le tecniche di buona pratica necessarie per garantire un ciclo normativo efficace nel settore idrico.

Come risultato del progetto:

  • IMPEL avrà identificato le buone pratiche di regolamentazione WQ esistenti, i punti deboli e le lacune da colmare.
  • IMPEL stabilirà un programma per sviluppare e promulgare le migliori pratiche, inizialmente nella qualità dell'acqua e, in ultima analisi, nella regolamentazione delle risorse idriche, fornendo una proprietà comune delle opzioni e degli approcci normativi per realizzare WFD & IED.
  • I membri dell'IMPEL condivideranno le conoscenze in materia di regolamentazione della qualità delle acque, l'efficienza e i collegamenti tra gli obiettivi della Direttiva Quadro sulle Acque dell'UE saranno raggiunti più facilmente dagli Stati membri.
  • Le autorità di regolamentazione della qualità ambientale dell'acqua degli Stati membri saranno strettamente coinvolte nelle decisioni strategiche e locali di pianificazione dello sviluppo, nonché nel monitoraggio e nella rendicontazione della qualità dell'acqua e degli scarichi ambientali.

SWETE  – parte 4

Seguendo le tre parti precedenti del progetto, SWETE 4 intraprenderà un esercizio di prospettiva per sviluppare proposte per progetti futuri. Sulla base del rapporto Implementation Challenges e delle prospettive dei rappresentanti del team di leadership di IMPEL, le aree specifiche da prendere in considerazione sono:

  • Un “IRI blu”
  • Azioni di conformità
  • Rifiuti da miniera (un'area di interesse specifico della Commissione; si stanno cercando ulteriori dettagli)
  • Pesticidi
  • Monitoraggio della qualità delle acque sotterranee

Il progetto prenderà ulteriormente in considerazione il modo in cui il portale di condivisione delle conoscenze su basecamp potrebbe essere ampliato (o se è necessario un veicolo diverso) per soddisfare le aspirazioni stabilite nel documento “IMPEL – the next generation”

.

SWETE  – parte 5

Lo studio si occuperà di bilanciare i benefici e gli impatti dello spargimento di materiali sul terreno, con un'attenzione specifica ai terreni agricoli. È necessario, in virtù dell'economia circolare, sostenere il riutilizzo dei materiali sul terreno come fertilizzanti e ammendanti e garantire che questo sostegno al riutilizzo avvenga in modo da non consentire una contaminazione inaccettabile ed evitabile del suolo.

SWETE  – parte 6

L'obiettivo è confrontare e contrapporre i diversi approcci alla gestione dei fanghi nei vari Paesi e organizzazioni membri. In questo modo si evidenzieranno i problemi comuni, le soluzioni e le aree di migliore pratica come esempi da cui imparare. Il progetto coglierà anche l'opportunità di incorporare l'apprendimento della pandemia COVID-19 e il suo impatto sulla gestione dei fanghi tra i membri dell'IMPEL.

Distribuzione sostenibile dei terreni

Seguendo il lavoro precedentemente svolto nell'ambito di SWETE 6, il progetto 2021 si baserà sui risultati dell'indagine intrapresa nel 2020-21 riguardante gli impatti ambientali dei fanghi sui membri dell'IMPEL. Questo programma di lavoro mira a comprendere meglio la capacità dei suoli di accettare i contaminanti provenienti dallo spargimento dei terreni. I risultati attesi per il progetto 2021 sono:

  • Sostenere il riutilizzo dei materiali sul terreno come fertilizzanti e ammendanti e garantire che questo sostegno al riutilizzo sia intrapreso in modo da non consentire impatti inaccettabili ed evitabili sulla salute e la qualità del suolo.
  • Analizzare i dati in modo più approfondito e condurre brevi indagini e discussioni più mirate per evidenziare particolari preoccupazioni o buone pratiche
  • .

File/informazioni correlate

Number: 2021/08-WP3, 020/12, 2019/09, 2018/09, 2017/13, 2016/09, 2015/25 – Status: Completato – Period: 2015 – Topic: Acqua e terra - Tags:

Subscribe to our newsletter